Acquisto moto usata – A cosa fare attenzione e come controllare al meglio

moto usata

Avete preso la vostra decisione: si compra la moto usata. Arrivati a questa scelta, e dopo un primo momento di euforia, subentrano i primi interrogativi. A questi si aggiungono la paura di prendere una fregatura e l’ansia di rimetterci dei soldi.

Come evitare dunque di buttare i propri soldi o spendere più del dovuto? in questa guida risponderemo proprio a questa domanda per aiutarvi a evitare possibili fregature.

I motivi per cui scegliere un usato sono molti, sicuramente è la scelta più giusta per i principianti, ma anche per chi non vuole spendere molto. In entrambi i casi, quando acquistate una moto usata, è sempre meglio conoscere o informarsi su cosa si stia comprando. Non solo per un acquisto che tenga conto delle proprie necessita, ma anche perché ci sono molte persone che cercano di approfittarsi di compratori inesperti. La maggior parte delle volte quest’ultimi cercano di vendere moto a un prezzo molto superiore rispetto al loro reale valore.

Vi sarà bastato guardare gli annunci di moto usate per accorgervi che è ormai possibile trovare sul web qualsiasi tipo di moto a prezzi interessanti, ma ricordate che la probabilità di prendere una fregatura è sempre dietro l’angolo.

Cosa fare dunque? vi suggeriamo alcuni semplici consigli per ridurre al minimo la possibilità di incorrere in qualche fregatura.
Le domande da porsi sono molte, ma in questi casi il proprio peggior nemico è la fretta, quindi il primo consiglio è di prendervi il vostro tempo.

Valutate il venditore:

Nel caso in cui siate inesperti e non abbiate nessun parente o amico che possa aiutarvi in questo campo forse il consiglio migliore è di valutare un concessionario dell’usato. Comprare una moto usata dal concessionario può permettervi di evitare la maggior parte delle fregature.

Quest’ultimo non potrà infatti sparire subito dopo avervi venduto una moto difettosa, come invece potrebbe fare un privato. Generalmente non può fregarvi e non può vendervi una moto difettosa o senza documenti, cose che potrebbero succedere in una vendita tra privati. Tramite concessionario pagherete sicuramente di più la moto, ma avrete almeno un anno di garanzia, con un privato no.
Se volete affidarvi alle vendita tramite privati, per qualunque ragione, allora cercate di rispettare questi due semplici accorgimenti:

  • 1Controllate il formato dell’annuncio sul web: ci sono foto della moto? La descrizione è dettagliata e precisa? Diffidate dagli affari troppo convenienti, nessuno vi regala nulla.
  •  Se non siete esperti portate con voi qualcuno, meglio se è un esperto o appassionato. Ovviamente più esperto è, meglio è, ma basta anche solo un amico o parente che non sia emotivamente coinvolto (al contrario vostro che non vedete l’ora di avere una nuova moto).

Il prezzo è giusto?

Il prezzo è tra i primi fattori di scelta di una moto, ma valutarne il valore reale non è sempre facile. Come fare?

Prima di andare a vedere la moto cercate di scoprire tutti i dettagli del modello. Un buon metodo per valutane il prezzo è cercare annunci simili, questo vi permetterà di avere un punto di partenza.

A parte casi eccezionali, come quando un privato ha fretta di vendere, nessuno regala nulla. Bisogna per questo fare attenzione al prezzo, diffidate da annunci di moto che costano esageratamente meno rispetto alla media.

Allo stesso tempo è bene considerare anche una moto dal prezzo più alto: se una moto è praticamente nuova, potrebbe comunque essere un ottimo affare. E non dimenticate che il prezzo potrebbe essere trattabile!

C’è tutta la documentazione?

Chiedete sempre i documenti e controllateli, è un vostro diritto. Tramite questi potrete verificare la corrispondenza del numero di telaio.

Inoltre, con meno di dieci euro, grazie al sito dell’ACI potrete fare la visura, per controllare i dati del venditore e per accertarvi che sulla moto non ci siano ipoteche o fermi amministrativi.

Sul Portale dell’Automobilista, potrete invece inserire la targa e verificare gratuitamente le revisioni e il chilometraggio segnato dal contachilometri al momento in cui sono state effettuate.

Verifica estetica e usura della moto usata:

moto da strada

Ispezionate la moto in modo metodico, senza tralasciare nulla, dalle difettosità, se incidentata o meno, allo stato del motore e delle sue parti meccaniche.

Controllate per esempio lo stato di viti e delle parti metalliche. Se sono rovinate, arrugginite o non originali. Controllate la presenza di graffi e di che tipo sono per verificare eventuali cadute, anche la verniciatura potrà aiutarvi in questo. Oltre a valutare l’estetica non bisogna dimenticare di controllare l’usura della catena, della corona e del pignone. Anche l’usura delle gomme e lo stato dei cerchi sono ottimi indicatori di come sia stata trattata la moto.

Ispezionate la moto con un giro di prova:

Il giro di prova è un momento fondamentale per effettuare l’acquisto di una moto usata in sicurezza evitando fregature, ricordate però che bisogna essere assicurati. A questo punto avviate il motore e assicuratevi che sia freddo (ricordatevi di chiederlo al venditore durante un primo contatto telefonico).

Questo procedimento vi permetterà di verificare che la moto si accenda correttamente, dopo avere raggiunto la temperatura provate anche a dare dei colpi di gas per rilevare anomalie. Approfittate di questo momento per valutare che i componenti elettrici funzionino correttamente. E ovviamente controllate anche freni e pastiglie.

Se non siete sicuri ricordatevi di non avere fretta e di verificare dati e documenti. Per evitare di acquistare una moto rubata, perché capita anche questo, controllate anche il funzionamento del bloccasterzo e che la canna di accensione non risulti danneggiata.

Ultimo ma non per importanza: evitate assolutamente le moto modificate, potreste ritrovarvi con una moto con dei pezzi illegali che non potreste neanche rivendere o che potrebbe portarvi solo guai.

Grazie a queste domande e questi accorgimenti potrete evitare qualsiasi fregatura! Se acquistato la moto ricordatevi di indossare tutti i sistemi di protezione, caschi integrali, tutte da moto omologate e diveritevi!

Leave a Reply